Pubblicato da: Angela | 29 novembre 2009

La “clean economy” dei pannolini di stoffa

Tra le numerose pratiche che quotidianamente si possono mettere in atto per evitare gli sprechi, inquinare meno ed essere più riguardosi nei confronti dell’ambiente, c’è quella di utilizzare pannolini di stoffa per i bambini piuttosto che gli anti-ecologici pannolini usa e getta.
Ma quali sono i reali buoni motivi che convincerebbero giovani genitori a rinunciare alla comodità e praticità dei pannolini plastificati e adottare quelli in tessuto, che vanno continuamente lavati?
Le prove di questa buona pratica stanno in un esperimento realizzato recentemente nel comune di Conesio, in provincia di Brescia. Infatti qui l’Associazione Eva ha proposto un progetto chiamato Pannolino Amico: lo scorso luglio ha condotto una campagna di sensibilizzazione della popolazione, e in particolare delle mamme, relativa agli sprechi economici ed ecologici dei pannolini usa e getta, e ai rischi sulla salute che questi comportano. Per dare qualche numero, basti pensare che i pannolini usa e getta costituiscono ben il 15 per cento dei rifiuti non riciclabili! I componenti chimici utilizzati per renderli assorbenti danneggiano la pelle dei bambini, tanto che secondo uno studio tedesco le dermatiti sono aumentate in questi anni dell’857 per cento e perfino la crescita dell’infertilità maschile viene fatta risalire all’aumento di temperatura causata dal pannolino. A ogni famiglia costano, per i tre anni in media in cui vengono utilizzati, una cifra che supera i 1.500 euro!

Anche sulla base di questi dati, a luglio l’Associazione Eva a Concesio ha iniziato a distribuire alle famiglie con bambini piccoli un kit comprendente tre mutandine e 24 pannolini di cotone, utilizzabili numerose volte. Ben 92 mamme hanno aderito a questa iniziativa, prima nel suo genere, le quali hanno tenuto un diario relativo alle difficoltà o agli aspetti positivi di questo esperimento.
Gli operatori dell’associazione dicono che in fondo non è stato difficile convicere le mamme ad adottare questa soluzione: non si tratta di un ritorno al passato, perché i pannolini di stoffa sono essenzialmente gli stessi di quelli usa e getta, solo che si infilano in lavatrice anziché nella pattumiera. Ed ora loro sono le prime a dire che non tornebbero indietro: solo due lo hanno fatto.

Numerosi erano gli aspetti che inizialmente frenavano le mamme ad adottare i pannolini di stoffa, ad esempio, il tempo che si impiega a doverli lavare, che “costa” soprattutto in quelle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e comunque hanno poco tempo da dedicare alle pratiche di economia domestica. Dalle testimonianze raccolte risulta che è solo una questione di abitudine lavare i pannolini piuttosto che buttarli via e che non si impiegano più di tre minuti al giorno. Alcune mamme pensavano inoltre che la stoffa lasciasse umida la pelle del bambino, ma provando questi tipi di pannolini si sono presto ricredute.
Le persone più difficili da convincere sono state le nonne e i papà. Le prime perché quando erano giovani avevano visto nel passaggio dalla stoffa alla plastica una grande conquista di praticità e snellimento dei lavori domestici; i secondi perché non essendo molto pratici del lavaggio degli indumenti, credevano che mischiando in lavatrice i pannolini sporchi con le loro camicie, queste ultime si sarebbero macchiate. Ma è stato dimostrato loro che non è affatto così.
Questo interessante progetto che ha coinvolto la città di Conesio sta dando il buon esempio a tutta Italia. Infatti, ci sono già altre città che da nord a sudsi stanno impegnando nel prendere provvedimenti simili al fine di ridurre i rifiuti e gli sprechi, sia ecologici sia economici. E in tempo di crisi non è davvero niente male.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: