Pubblicato da: Angela | 18 ottobre 2007

Quando gli orsi raggiungono l’uomo

Fotografia notturna di un orso che fa incursione in un centro abitato

Deve essere sorprendente uscire dalla propria casetta in paese per buttare la spazzatura e scutare nel buoi della sera, proprio lì, in fondo alla strada una sagoma scusa, corpulenta, che si muove lenta. Di certo non è un uomo, sta in piedi, però. Solo quando la mente torna alla realtà forse ci si rende conto di essere in un parco, nella terra che ha permesso a quelle splendide creature che sono gli orsi di poter vivere tranquillamente.
Quello di vedere gli orsi che passeggiano tranquillamente tra i vicoli del paese deve essere stata un’emozione indescrivibile per chi l’ha vissuta, ma d’altra parte non è una cosa normale che un plantigrade, invece di vagere su per i boschi, scenda nei centri abitati per razziare qualche bidone della spazzatura, o, meglio ancora, qualche pollaio ben fornito.
Forse a primo impatto si può rimanere senza parole: “Caspita! Ho visto l’orso, e non in una gabbia!”, ma se si pensa, poi, al perchè oggi può capitare anche questo, magari si arriva a fare questa domanda: “Ma come vivono gli orsi qui? Possibile che in montagna stanno così male da sentire la necessità di avvicinarsi così tanto all’uomo?”.
In fondo loro sono come noi: perchè sprecare tempo ed energie e percorrere chilometri e chilometri alla ricerca di qualcosa di buono da mangiare, quando invece, scendendo nelle valli, raggiungendo i campi e le fattorie, si può avere tutto “a portata di zampa”? Naturalmente gli orsi non sono sciocchi ed alcuni di loro hanno imparato a fare la spesa al supermercato del paese. Alcune persone si sono viste l’orso Bernardo entrare furtivamente nel recinto del proprio giardino, oppure l’orsa Gemma, accompagnata dai suoi due cuccioli, nelle strade di San Sebastiano dei Marsi.
Certo, può essere bello, sensazionale, emozionante, ma la verità è che tutto questo non dovrebbe succedere, perchè altrimenti contadini e allevatori senza scupoli difendono i propri campi e bestiami anche sparando! Perciò è meglio sperare che l’orso non perda il timore che ha per l’uomo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: