Rewilding Apennines è in cerca di un operatore di campo part-time per il monitoraggio dei grifoni in Appennino centrale!

Nella nostra area rewilding stiamo incrementando l’impegno per la tutela di questa specie necrofaga, che svolge un ruolo ecologico chiave nel circolo della vita, per favorire la crescita della popolazione e per prevenire le minacce di origine antropica.

Ecco perché abbiamo bisogno di una persona qualificata e motivata che si occupi di monitorare gli avvoltoi, di elaborare mappe di distribuzione della popolazione, di identificare insieme ad altri enti competenti con i quali collaboriamo le migliori strategie di mitigazione delle criticità con le comunità locali (infatti, l’avvelenamento è purtroppo ancora una delle cause di morte dei grifoni) e di ridurre i fattori di rischio per questi animali.

La posizione resta aperta fino al 23 aprile 2021. Per tutti i dettagli consultate il file sui requisiti di questa opportunità di lavoro.

Griffon vultures (Gyps fulvus) feeding on carcass on mountain plateau. Ph. Bruno D’Amicis / Rewilding Europe
Pubblicato da: Angela | 30 marzo 2021

Nuovo sito web di Rewilding Apennines

Il nuovo sito web di Rewilding Apennines è online!

Qui un articolo di Rewilding Europe che lo annuncia:

L’impegno che Rewilding Apennines sta attuando in Appennino centrale per favorire le pratiche rewilding è testimoniato dalle diverse sezioni del sito, realizzato in italiano e inglese, che raccontano la visione e i numerosi progetti in corso, grazie a un ampio partenariato, nazionale e internazionale, e sempre strettamente collegati a Rewilding Europe. Il tutto è impreziosito dalle splendide immagini del fotografo naturalista @brunodamicisphoto.

Nella sezione dedicata al team è possibile conoscere le persone che, ognuna con le proprie competenze e professionalità, dedica tanto impegno e passione alle azioni rewilding nel “cuore selvaggio d’Italia”.

La conservazione della natura, con particolare attenzione alle specie chiave – prime tra tutti l’iconico orso bruno marsicano, emblema della nostra area rewilding – il potenziamento e la riqualificazione dei corridoi di coesistenza, il diretto coinvolgimento delle comunità locali e lo sviluppo di esperienze imprenditoriali sempre più sostenibili e legate alla natura costituiscono i punti saldi dell’operato di Rewilding Apennines.

Scoprite di più su Rewilding Apennines e su come partecipare e contribuire al movimento rewilding!

Pubblicato da: Angela | 11 febbraio 2021

Rewilding Europe offre un lavoro!

Rewilding Europe offre un’opportunità di lavoro!

Sono aperte fino al 5 marzo le candidature per il ruolo di “Head of Landscapes”, una posizione di coordinamento tra il team centrale e alcune aree rewilding, tra cui la nostra in Appennino centrale.

Si tratta di un lavoro internazionale e interculturale, adatto a una persona laureata in biologia, scienze naturali o corsi affini, con almeno cinque anni di esperienza di gestione di programmi internazionali di conservazione della natura. Il ruolo è di particolare importanza e impegno, ricco di responsabilità e, allo stesso tempo, di opportunità per fare la differenza a livello europeo a far crescere il rewilding!

Il team di Rewilding Apennines ringrazia di cuore Rob Stoneman per lo straordinario lavoro svolto insieme, a favore del “cuore selvaggio dell’Italia”, e gli augura tutto il meglio per il suo futuro!

A questo link potete prendere visione di tutti i dettagli e i requisiti dell’offerta di lavoro.

Pubblicato da: Angela | 29 gennaio 2021

Concorso internazionale di fotografia naturalistica

Per tutti gli appassionati di #fotografianaturalistica, il progetto LIFE Naturaviva promuovere un interessante #concorso aperto a tutti, sia amatori sia professionisti!Il contest internazionale di fotografia naturalistica “#MagicalNature” è organizzato da Association of Slovenian Nature Photographers (ZNFS) e consente di candidare le proprie fotografie in diverse categorie: #mammiferi, #uccelli, altri #animali (eccetto mammiferi e uccelli), #piante (compresi #licheni, #funghi e altri organismi), #paesaggionaturale, #uomoenatura (con esempi di #interazioni sia positive sia negative dell’uomo sulla natura).Lasciatevi ispirare dalla magia della natura… e affrettatevi! Il concorso scade il prossimo 21 febbraio e prevede #premi per i vincitori!

https://photonature.si/contest.html

Ph. Marian Artnak

Pubblicato da: Angela | 16 dicembre 2020

Ecologia stradale

Gli investimenti stradali rappresentano una minaccia mondiale per la perdita di biodiversità, vite umane e danni ai veicoli.
Questo video capolavoro di Constantinos Christou mostra i rischi a cui la fauna selvatica è esposta tutti i giorni e le azioni di mitigazione degli incidenti messe in atto dai volontari di Salviamo l’Orso, in collaborazione con il personale di Rewilding Apennines e della Riserva Naturale Monte Genzana Alto Gizio nella Comunità a Misura d’Orso del Genzana.
Solo in Europa ogni anno si stimano 10-100 milioni di animali coinvolti, 300 persone morte e 30.000 ferite. Ognuno di noi può adottare le giuste precauzioni, rispettando i limiti di velocità e rammentando sempre di non essere i soli ad avere il diritto di spostarsi, affinché questi numeri diminuiscano…

Ecologia stradale – Road ecology – Video: Constantinos Christou
Pubblicato da: Angela | 16 dicembre 2020

Materiali Simposio Rewilding

Il grande successo del #Simposio online sul #rewilding, dal titolo “Connecting Rewilding Science and Practice”, è stato testimoniato da oltre 2.000 partecipanti e da numerosi feedback positivi sia durante sia dopo l’iniziativa!Il simposio, organizzato da Rewilding Europe insieme all’#UniversitàdiWageningen e all’#IstitutodiEcologiadellOlanda, ha tracciato uno #scenariomultidisciplinare in cui, se da un lato le pratiche rewilding in tutta #Europa (e non solo) iniziano a produrre i loro effetti positivi sui #processinaturali e sulle #comunitàumane, dall’altro la #scienza deve tenere il passo per garantire ulteriore #diffusione e #replicabilità. Inoltre, l’iniziativa ha suscitato molto interesse da parte di target diversi e già molti giovani ci hanno scritto per fare #esperienzerewilding in #Appenninocentrale!Per chi avesse perso il simposio lo scorso 3 dicembre, è possibile guardare le #registrazioni di tutte le sessioni a questo link.

Pubblicato da: Angela | 30 novembre 2020

Simposio rewilding

Rewilding Europe ha organizzato, insieme all’Università di Wageningen e all’Istituto di Ecologia olandese NIOO-KNAW, un importante simposio scientifico dal titolo “Connecting rewilding science and practice”. L’incontro si terrà online il prossimo giovedì 3 dicembre, dalle 9:30 alle 16:30 CET, ed è aperto a tutti. Liesbeth Bakker, prima professoressa in Europa specializzata in rewilding, condurrà l’evento durante il quale si alterneranno numerose presentazioni di noti esperti del settore, così video e sessioni di domande e risposte.

Per approfondire il programma e le modalità di iscrizione, seguite questo link.

Pubblicato da: Angela | 31 ottobre 2020

Articolo su Rewilding Economy Seminar

Di fronte all’attuale peggioramento della situazione Covid-19 a livello nazionale e mondiale, Rewilding Apennines è contenta di aver realizzato con successo il #RewildingEconomySeminar un mese fa, a Pettorano sul Gizio, nella #BearSmartCommunityGenzana.

È stata un’iniziativa innovativa, che ha coinvolto 10 partecipanti, numerosi relatori, professionisti in svariati campi sia a livello nazionale sia internazionale, e diversi partner: Rewilding Europe, UNISG – Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Comune di Pettorano Sul Gizio, Riserva Monte Genzana Alto Gizio, #CooperativaValleluna e Salviamo l’Orso. Il Seminario è stato possibile grazie al prezioso sostegno di Organic Basics, che ringraziamo particolarmente!

Questo articolo approfondisce gli obiettivi, gli argomenti, le motivazioni e i feedback provenienti da questa esperienza a cui #RewildingApennines darà sicuramente seguito in futuro.

Dall’1 al 4 ottobre si terrà a Pettorano sul Gizio il Rewilding Economy Seminar, la prima iniziativa formativa volta all’approfondimento delle pratiche rewilding per sviluppare idee e progetti imprenditoriali i cui benefici si riflettono sia sulle persone sia sulla natura.

Il seminario è organizzato da Rewilding Apennines nella suggestiva cornice della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio, nella Bear Smart Community Genzana, ed è sponsorizzato da Organic Basics, un’azienda danese specializzata nella produzione altamente sostenibile di abbigliamento intimo in tessuti biologici.

Numerosi saranno i relatori provenienti da contesti disciplinari diversi, sia nazionali sia internazionali, che alterneranno attività teoriche e pratiche, anche attraverso modalità online per via delle difficoltà innescate dall’emergenza sanitaria globale. Nonostante questo, lo scenario messo a disposizione per i partecipanti, provenienti da tutta Italia, è ricco di contenuti ed esperienze a diretto contatto con la natura, la comunità e con i partner locali.

Grazie al patrocinio di Rewilding Europe, dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, del Comune di Pettorano sul Gizio, della Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio, della Cooperativa Valleluna e dell’Associazione Salviamo l’Orso, con questa iniziativa si vogliono gettare le basi per sviluppare e mettere in rete buone pratiche imprenditoriali ispirate al contesto appenninico per rivitalizzare comunità che a fatica resistono al “rischio di estinzione”. Stesso rischio che corre il nostro orso bruno marsicano per le cui azioni di conservazione è stata devoluta una parte delle quote di iscrizione dei partecipanti attraverso il Bear Fund. Il Rewilding Economy Seminar vuole far crescere tanto la cultura rewilding, della conservazione della natura, quanto le piccole attività economiche sostenibili e innovative, a beneficio delle future generazioni, di uomini e di orsi.

Il Rewilding Economy Seminar è, prima di tutto, un’opportunità per capire cosa significhi progettare un’impresa basata sulla natura (nature-based economy), nel contesto dell’Appennino centrale e come sviluppare relativi prodotti e servizi possano impattare l’ambiente. L’iniziativa sarà realizzata dal 1° al 4 ottobre 2020 a Pettorano sul Gizio (L’Aquila, Abruzzo), dove è stata realizzata la prima Comunità a Misura d’Orso (Bear Smart Community) italiana nel 2015.

Il seminario, un’iniziativa di carattere nazionale e internazionale, è sponsorizzato da Organic Basics ed è patrocinato da Rewilding Europe, Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Comune di Pettorano sul Gizio, Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio, Legambiente, Cooperativa Valleluna e Salviamo l’Orso.

L’idea dietro al seminario è quella di offrire degli strumenti interdisciplinari per migliorare la connessione con l’ecosistema in cui operiamo, al fine di creare un’infrastruttura economica che possa supportare e beneficiare della biodiversità dei nostri territori. Alla fine del seminario, ogni partecipante potrà presentare e sviluppare il suo progetto con Rewilding Apennines ed esplorare le possibilità di supporto del Rewilding Europe Capital.

Se, da una parte, vogliamo creare una piattaforma utile per una nuova generazione di imprenditori che può lavorare insieme per rivitalizzare le economie delle aree rurali, dall’altra vogliamo anche offrire alle persone un’opportunità per venire in Abruzzo e trascorrere quattro giorni apprendendo l’approccio rewilding.

Questo è il sentimento che ha ispirato Rewilding Apennines a organizzare questa iniziativa.

“Durante la pandemia volevamo esplorare nuove possibilità per promuovere le pratiche rewilding – il nostro obiettivo è quello di portare più persone in Abruzzo dal lato rewilding – e creare un’esperienza dinamica e positiva”, dichiara Mario Cipollone, Team Leader di Rewilding Apennines.

“Crediamo fortemente che, specialmente durante la pandemia, molti imprenditori abbiano cominciato a realizzare che il loro modello economico non è più a lungo sostenibile. Mentre questo potrebbe non essere necessariamente vero in tutti i settori, si rivela di particolare interesse nel caso dell’ospitalità, del turismo, della ristorazione, dell’agricoltura e del piccolo artigianato. Appare mai come ora opportuno indirizzarsi verso un’economia sostenibile più diversificata, in grado di ridurre le esternalità sull’ambiente e aumentare il proprio livello di resilienza. La diversificazione, nuove forme di cooperazione e un approccio più attento alle risorse sembrano essere dei punti chiave.” Questo è quanto afferma Valerio Reale, l’Enterprise Officer di Rewilding Apennines.

Chiaramente la pandemia ha solamente enfatizzato uno scenario che non sembrava promettente: le aree rurali sono interessate da un numero di sfide sociali, come l’avanzato processo di spopolamento, oltre che la perdita di biodiversità culturale e ambientale.

Tuttavia, c’è una speranza: esiste una piccola ma crescente comunità di persone – specialmente nei loro trenta – che stanno ritornando a vivere nelle aree rurali o vogliano spostarsi fuori dagli agglomerati urbani, in cerca di una migliore qualità di vita. Alcuni lavorano la terra, altri operano nel settore turistico e altri lavorano ora da casa, un’abitudine che cambierà il nostro modo di affrontare la vita nel futuro.

La nostra ambizione è quella di offrire a queste persone un’alternativa, al fine di creare nuove economie basate sulla natura, che possano non solo generare nuovi profitti ma anche contribuire a fronteggiare le sfide ambientali e sociali che noi oggi affrontiamo in Appennino centrale.

Per ulteriori informazioni sul Rewilding Economy Seminar, visita il link.

Qui la locandina dell’iniziativa.

Per ulteriori approfondimenti su Rewilding Apennines, visita:

https://rewildingeurope.com/areas/central-apennines/

https://www.facebook.com/rewildingapennines

https://www.instagram.com/rewildingapennines

https://www.youtube.com/channel/UCD2lHNC_IaBoUL9vC6ujSUw

Older Posts »

Categorie