Pubblicato da: Angela | 27 luglio 2020

L’Orso e il Melo

L’orso dedica la maggior parte del suo tempo a cercare cibo e quando trova una fonte alimentare abbondante e gustosa non l’abbandona finché disponibile.
Il video “L’orso e il Melo”, realizzato con una fototrappola ed edito da Francesco Ferreri, vuole testimoniare la piena riuscita di un progetto di miglioramento dell’habitat condotto nella Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio nell’ambito della Bear Smart Community Genzana. Infatti, grazie all’impegno dei volontari di Salviamo l’Orso, allo staff di Rewilding Apennines e della Riserva e al supporto finanziario di EOCA – European Outdoor Conservation Association – negli scorsi anni sono stati potati numerosi alberi da frutto abbandonati in montagna. Nell’autunno 2019 molti di questi alberi, soprattutto meli, sono tornati a produrre tanti frutti, garantendo una risorsa alimentare sicura per l’orso e per altri animali selvatici.

Pubblicato da: Angela | 30 giugno 2020

Newsletter “Terre dell’Orso” n. 12 giugno 2020

Online è disponibile il nuovo numero della newsletter di Salviamo l’Orso “Terre dell’Orso” n. 12 giugno 2020.

I contenuti sono numerosi, lo sforzo collettivo notevole e quasi tutti gli articoli sono tradotti in inglese!

Buona lettura!

Pubblicato da: Angela | 21 maggio 2020

Webinar “Con il naso dell’orso…”

Il prossimo martedì 26 maggio su Zoom alle ore 18:30 si terrà il webinar “Con il naso dell’orso: cosa rende quest’animale speciale”, condotto dalla zoologa ed esperta di grandi carnivori, dott.ssa Elisabetta Tosoni. L’iniziativa è in collaborazione con il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Invito tutti a partecipare per conoscere più da vicino l’orso bruno marsicano e molte curiosità che lo riguardano.

Per seguire il webinar basta collegarsi a questo link.

Non mancate!

Pubblicato da: Angela | 10 aprile 2020

Storie rewilding: dal Montana all’Appennino centrale

Sono contenta che una visita in Appennino centrale abbia ispirato questa bella storia! A parte la scelta sbagliata dell’immagine e un titolo un po’ audace da parte della redazione di The Atlantic, il prof. Christopher Preston, che insegna filosofia ambientale all’Università del Montana, ha saputo valorizzare le attività rewilding in Appennino centrale e ha raccontato con sapienza e intelligenza quanto sia complessa, ma assolutamente necessaria, la coesistenza tra fauna selvatica e popolazioni umane.

Buona lettura!

https://www.theatlantic.com/science/archive/2020/04/what-wildlife-really-looks-like/609721/

Pubblicato da: Angela | 5 marzo 2020

Giornata di potature… per l’orso!

Domenica 8 marzo si terrà a Ortona dei Marsi una giornata di lavoro volontario per potare alberi da frutta abbandonati, affinché possano diventare più produttivi e garantire ulteriori risorse alimentari per l’orso e per altri animali selvatici.

I dettagli sono indicati nella locandina dell’evento.

Non mancate!

EVENTO RINVIATO A DATA DA DESTINARSI A CAUSA DI MALTEMPO!

Pubblicato da: Angela | 18 febbraio 2020

Rewilding Apennines ospite a Torre Cerrano

Domenica 23 febbraio alle ore 17 Rewilding Apennines sarà ospite alla Torre del Cerrano per l’evento “Corridoi di convivenza: un modello di coesistenza uomo-natura nell’Appennino Centrale”. Durante l’incontro, organizzato dalla cooperativa Clematis dell’Oasi WWF Fosso Giardino di Martinsicuro, saranno messi in evidenza i metodi adottati da Rewilding Apennines per trasformare una convivenza non sempre facile con la natura circostante in opportunità per il territorio e le comunità locali. Il programma verrà preceduto dalla visita guidata della Torre e del Museo del Mare ospitato al suo interno, alle ore 16.00.

Pubblicato da: Angela | 29 gennaio 2020

Un aiuto per ripartire…

Qualche giorno fa per il sig. Carlini si è avverato un desiderio a cui né lui né sua moglie speravano più.
Nel 2014, Claudio Carlini aveva subito un danno ingente al suo apiario a San Pietro Avellana, in Alto Molise, provocato da un orso che gli aveva distrutto tutte le 17 arnie. A causa di problemi burocratico-amministrativi non gli era stato possibile ottenere l’indennizzo dalla Regione e, da allora, il sig. Carlini aveva rinunciato a fare l’apicoltore, perché non era stato più in grado di riacquistare quanto aveva perduto.
Rewilding Apennines ha deciso di aiutarlo per far ripartire la sua attività, indennizzando quel danno di 4.760 €. A testimoniare l’avvenuto pagamento con la firma della ricevuta c’erano la Communication Officer di RA, Angela Tavone, e il Dott. Vet. ASREM Antonio Liberatore, il quale aveva contribuito a stimare il danno da orso. Grazie al partenariato tra Rewilding Apennines e Salviamo l’Orso, sono stati così indennizzati tutti i danni da orso in Alto Molise.
Con grande felicità, il sig. Carlini ci ha mostrato l’attrezzatura da apicoltore, conservata ormai da anni nel seminterrato di casa sua e che presto potrà tornare a usare, non appena avrà riacquistato arnie e famiglie di api. RA e SLO saranno lì a testimoniare la ripartenza di questa piccola attività economica e già pronti a montare un recinto elettrificato per evitare che l’orso torni a far visita all’apiario del sig. Carlini.

Pubblicato da: Angela | 12 dicembre 2019

Invito ad agire per un’Europa più ricca di Natura

INVITO AD AGIRE PER UN’EUROPA PIù RICCA DI NATURA

Il ripristino della natura su larga scala dovrebbe essere una priorità fondamentale per l’Unione Europea.

Organizzazioni che si occupano di natura provenienti da 15 paesi europei diversi stanno diffondendo un invito per un’Europa più ricca di natura e per l’inclusione del rewilding nell’European Green Deal (Accordo europeo sull’Ambiente) e nella Strategia europea per la Biodiversità post 2020.

Ora abbiamo l’opportunità storica per avanzare e potenziare il rewilding in tutta Europa, così come fronteggiare il cambiamento climatico. Un numero sempre crescente di iniziative rewilding sta guadagnando slancio e portando risultati in tutta Europa. Mai come ora c’è stato così bisogno di realizzare e potenziare le azioni pratiche del rewilding.

Unisciti a noi per creare un’Europa più ricca di natura, che offre benefici che tutti noi possiamo condividere.

https://rewildingeurope.com/callforawildereurope/it/

CALL TO ACTION FOR A WILDER EUROPE

Large scale recovery of nature should be a key priority in EU policy. Join us in creating a wilder Europe, providing benefits that we can all share! 

Nature organizations from 15 different European countries are calling for a wilder Europe and the inclusion of rewilding in the European Green Deal and EU Biodiversity Strategy post-2020. 

We now have a historic opportunity to drive forward and scale up rewilding across Europe, as well as combat climate change. An ever-growing number of rewilding initiatives are gaining momentum and delivering results across Europe. There has never been a greater need to drive forward and scale up practical rewilding.

Join us in creating a wilder Europe, providing benefits that we can all share!

https://rewildingeurope.com/news/nature-recovery-a-key-solution-for-our-climate-and-biodiversity-emergencies/

Pubblicato da: Angela | 12 dicembre 2019

Convegno “Orsi senza confini”

L’orso bruno marsicano è l’animale simbolo dell’Appennino, ma è anche tra quelli più minacciati. La sua sopravvivenza, che parte dalle aree protette – prime tra tutte il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise – passa necessariamente per i corridoi ecologici e le aree di connessione tra parchi e riserve. È proprio nei territori non protetti che si attende la sfida più grande: eliminare le minacce di origine umana e favorire l’espansione della specie, che solo così potrà uscire dal pericolo di estinzione.

L’orso, dunque, non conosce i confini che noi esseri umani usiamo convenzionalmente ed è per questo che tutti i cittadini – che vivono dentro e fuori dall’attuale areale di distribuzione dell’orso – sono chiamati a partecipare in favore della sua conservazione.

“Orsi senza confini” è un convegno organizzato da Salviamo l’Orso, insieme al Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali dell’Università G. D’Annunzio e Italia Nostra. Si terrà sabato prossimo 14 dicembre alle ore 9:00 presso il Teatro G. Cordoba di Pescara.

L’obiettivo è quello di coinvolgere un ampio pubblico sulle sfide che oggi bisogna fronteggiare per la tutela dell’orso bruno marsicano. Numerose le istituzioni e le organizzazioni invitate a intervenire in un dibattito articolato in tre sessioni: la conservazione della specie, introdotta dai biologi e sostenuta dai parchi nazionali; il Piano di Azione per la Tutela dell’Orso bruno Marsicano e la Rete di Monitoraggio, affrontati dall’Autorità di Gestione PATOM e dalle Regioni; infine, una tavola rotonda in cui esperti e studiosi chiamano il pubblico a discutere insieme sulle azioni per la convivenza uomo-orso.

Il convegno prevede anche il rilascio di crediti formativi (CFU) per gli studenti della Scuola delle scienze economiche, aziendali, giuridiche e sociologiche.

Pubblicato da: Angela | 28 novembre 2019

Una notte al Museo

Al Museo dell’Orso di Pizzone è in programma un evento speciale per i bambini e le loro famiglie.

Sabato 30 novembre Salviamo l’Orso e Rewilding Apennines organizzano “Una notte al museo”, un’idea che nasce in collaborazione con il Comune di Pizzone e patrocinata dal Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e dall’Istituto Comprensivo di Colli al Volturno. È un modo diverso di vivere l’ambiente naturale – di notte, appunto – e il Museo dell’Orso, attraverso una breve passeggiata notturna, la visita al museo e, avvolti nei sacchi a pelo, il racconto di favole e la visione di film animati a tema!
Il numero dei bambini partecipanti è limitato a 20 (ovviamente accompagnati da almeno un genitore), perché la sala proiezioni non è molto capiente. Tuttavia, se l’idea piacerà, abbiamo intenzione di replicarla in futuro!
Per prenotazioni e altri dettagli, consultate la locandina.

Older Posts »

Categorie